Farmaci anti-Alzheimer: chi potrà usufruirne?

Farmaci anti-Alzheimer: chi potrà usufruirne?

Nuovo farmaco contro l’Alzheimer

Nei prossimi anni termineranno le sperimentazioni di oltre 50 farmaci potenzialmente in grado di rallentare/arrestare l’Alzheimer; molti di essi agiranno solo nelle forme “prodromiche” di malattia che appartengono ad una condizione definita Mild Cognitive Impairment (MCI), circa 735.000 persone.

Poiché i costi saranno elevati, gli effetti collaterali temibili e poiché solo la metà dei soggetti MCI si ammala di Alzheimer, appare indispensabile disporre di una serie di esami strumentali (biomarcatori) in grado di intercettare e distinguere i soggetti a rischio molto elevato da quelli con basso o nessun rischio di Alzheimer.

INTERCEPTOR è un progetto che punta ad individuare il biomarcatore o l’insieme di biomarcatori più accurati, sostenibili nei costi e non-invasivi ed a mettere a punto uno schema organizzativo in grado di fornire a tutti i Cittadini libero accesso a questa modalità di screening preventivo alla cura.

Nei prossimi giorni saranno date ulteriori indicazioni dal Ministero della Salute.

TEST PER SCOPRIRE L’ALZHEIMER

 

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

LA MIGLIOR CREMA ANTICELLULITE 2017 DI BARO COSMETICS