Capelli e Make-up per la sposa 2016

Capelli e Make-up per la sposa

Il mio sguardo si stupisce si inchina,il mio cuore chiude tutti i suoi cancelli, per meditare di nascosto sul miracolo. Sei tanto bella (Federico Garcia Lorca)

Ci siamo. E’ arrivato il giorno tanto atteso. Saremo luminose e splendide perché avremo giocato d’anticipo. Adottando cure specifiche per ottenere un risultato finale perfetto.

  • Capelli: qualche mese prima cominceremo a nutrire e a rinvigorire la nostra  capigliatura con nuovi rituali. I nostri capelli saranno così pronti ad essere valorizzati con acconciature di grande effetto.

Ho scelto per voi le più belle proposte moda, per il 2016 :

– Gli intrecci: se deciderete di adottare questo stile,  potete puntare su un look  bucolico o su una   treccia di tipo olandese  classica e tiratissima come quella che ha sfilato sulle passerelle dello stilista Naeem Khan, o infine   su una treccia morbida a spiga laterale.

Questo tipo di acconciatura sta molto bene su abiti con preziosi ricami, ruches e merletti ottocenteschi.

. Onde e fiori: si sono viste sulle passerelle di Dolce & Gabbana e di Zac Posen acconciature con capelli morbidamente raccolti e ornati con petali di fiori.I volumi sono mossi e leggeri. Inesistente lo styling all’insegna della naturalezza e dello spirito romantico.

Onde sulla lunghezza per la sposa 2014
Onde sulla lunghezza per la sposa 2014

– Chignon: che sia discreto  o tirato e lucente, lo chignon è simbolo di grazia e di eleganza.Per la versione maxi è consigliabile utilizzare l’imbottitura a ciambella per garantire un maggior ordine all’acconciatura.

Chignon tirato e lucente per la sposa 2014
Chignon tirato e lucente per la sposa 2014

– Conchiglia: Sofisticato e regale si realizza avvolgendo le lunghezze su se stesse dalle punte verso le radici.Perfetto con abiti principeschi e punto vita valorizzato da bustier

– Sperimentazioni: Armani e Badgley Mischka hanno fatto sfilare un Fakebob invertito: l’effetto caschetto finto si svela, le lunghezze non si arrotolano verso la nuca ma all’esterno.

 

  • Trucco: In vista di un giorno in cui si è protagoniste assolute, tra le liste delle cose da fare non può mancare un trattamento specifico per il viso da realizzare qualche tempo prima del matrimonio.

Se l’incarnato non è a posto, qualunque trucco non riuscirà a valorizzarlo  nella giusta misura. Tre mesi prima vi consiglio di cominciare a preparare la pelle, applicando una volta a settimana una maschera rigenerante su viso, collo e decolleté.

Ogni giorno bisogna detergere e tonificare il viso con prodotti che apportano i principi attivi più adeguati alla propria pelle. La sera precedente dovete ricordarvi di nutrire intensamente la pelle e il giorno del sì di  risvegliarla con un energizzante applicato prima del fondotinta, per rinvigorire un viso che dovrà affrontare una lunga giornata.

Perché il trucco ci valorizzi e non ci stravolga, è importante rivolgersi ad un bravo makeup artist.Un esperto di visagismo che si occupi  di trucco in tutte le sue caratteristiche ,aggiornato sulle mode e tendenze stagionali.

Per voi ho intervistato Ori ‘O’, bravissima make up artist con la quale ho avuto il piacere di collaborare. A lei ho chiesto in cosa consiste il make up della sposa e come si riconosce un bravo look maker:

“Chi decide di intraprendere il percorso professionale di “Look Maker” necessita di una approfondita preparazione tecnica, oltreché di una lunga esperienza sul campo”.

trucco sposa

Io ho iniziato il mio percorso formativo nel salone di bellezza della mia famiglia quando ero ancora adolescente, senza sacrificare la scuola, l’università e i viaggi di studio. Questo è molto importante se si vuole dare al proprio mestiere un respiro più ampio e se ci si vuole confrontare senza timore, come è successo a me, con opportunità lavorative di qualunque parte del mondo.

Ciò che conta, inoltre, è la naturale propensione al guardarsi intorno con curiosità, cercando di cogliere i cambiamenti sociali e le aspirazioni del mondo femminile, che è in continua trasformazione.

Presa da mille impegni, la donna oggi ha un rapporto con la propria immagine che è di accresciuta attenzione al dettaglio, senza sacrificare disinvoltura e praticità. Rifiuta l’omologazione ed è fiera della propria unicità, che desidera preservare e valorizzare, soprattutto nel suo giorno più bello. Con un occhio ai dettami della moda, è alla ricerca di uno stile che rifletta la sua personalità, aspirando ad un’eleganza ricercata ma non artefatta.

Anche le star del cinema, della musica e della passerella rappresentano dei modelli di riferimento e per me è molto stimolante confrontarmi con un immaginario di stile in cui il confine tra ciò che è wedding e ciò che è moda è sempre più sfumato.

La nuova parola d’ordine, dunque, è “trasversale”, attraverso gli stili, attraverso le culture e anche attraverso le epoche. Il ritorno in auge di tutto ciò che è Vintage e che ha quel sapore evocativo di atmosfere d’altri tempi, ne è una dimostrazione.

Grazie al mio lavoro, da anni prendo parte ad eventi interamente dedicati a chi del vintage fa uno stile di vita, anche all’estero.

Si tratta di veri e propri raduni che offrono agli appassionati uno spazio di condivisione: abbigliamento, accessori, musica, danze e naturalmente trucco e acconciature. Si respira un’atmosfera di entusiastica vanità per la possibilità di sfoggiare mise estremamente glamouros.

Spesso mi lascio ispirare dallo stile delle dive del ‘900 ma a meno che non si tratti di una specifica richiesta, mi piace attingere senza vincoli, né condizionamenti, ad un’atmosfera, piuttosto che ad un modello.

Nel mio lavoro, incontro clienti estremamente diverse tra loro, sia per caratteristiche somatiche, sia per indole caratteriale, e questo è il primo elemento che mi permette di distinguere la tipologia del lavoro che svolgerò ed il relativo risultato.

Altro elemento determinante, può essere il momento della giornata in cui si svolgerà la cerimonia, tenendo presente che bisogna trovare l’esatto equilibrio tra lo stile dell’abito, il trucco e l’acconciatura.

E’ importante ricordare, che il trucco perfetto nel giorno del matrimonio sarà più intenso del trucco che si utilizza quotidianamente, ma allo stesso tempo non dovrà appesantire il volto della sposa come purtroppo a volte accade, alterandone la naturale espressività.

Nella stessa maniera, anche l’acconciatura risponderà a criteri di naturalezza e compostezza, garantendo un risultato duraturo, senza mai cadere nell’effetto “impalcatura”.

L’esperienza di chi cura l’immagine, si basa sulla consapevolezza che è indispensabile stabilire un equilibrio tra freschezza del trucco e resa fotografica, dal momento che la macchina fotografica ha la tendenza ad appiattire e schiarire i colori del maquillage.

Inoltre, affinché il viso resista all’effetto lucido, è preferibile optare per un trucco opaco. Da evitare l’utilizzo di colori madreperlati o glitterati, se la pelle presenta qualche imperfezione o impurità.

Per quanto riguarda l’acconciatura, vanno considerati struttura del capello e temperatura stagionale.

Se il matrimonio si svolge in una giornata particolarmente calda, è da sconsigliare un trattamento che possa stravolgere il tipo di ondulazione del capello.

Se decidete di stirare i capelli ricci o arricciare i capelli lisci, sappiate che fattori come sudore, eccessivo calore, umidità in estate e pioggia e vento d’inverno ne ridurranno notevolmente la tenuta.

Care spose siete pronte? avete trovato utili i miei suggerimenti?

Al prossimo appuntamento, continueremo a parlare del meraviglioso universo matrimoniale!

Angela Bartolomeo

Event and Wedding Planner

www.angelabartolomeo.it

 

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

LA MIGLIOR CREMA ANTICELLULITE 2017 DI BARO COSMETICS