Tornano di moda le mutande della nonna: bianche, in cotone e a vita alta

Tornano di moda le mutande della nonna: bianche, in cotone e a vita altamutande della nonna

Le possibilità di arrivare al dunque con un uomo aumentano quanto più sono brutte le mutande che si indossano” diceva Bridget Jones davanti alla decisione di sfoggiare uno sgambatissimo (e sexy) perizoma per il suo primo appuntamento con Hugh Grant, oppure funzionali mutandoni rosa, pronti a contenere le sue “ciccette sballonzolanti”.

Ed è un po’ la questione che attanaglia ogni donna quando si trova a scegliere l’intimo da acquistare: meglio sexy lingerie in pizzo o comodi mutandoni a vita alta?

mutande della nonna

Certo, potreste optare per la scuola di Agent Provocateur o La Perla, specializzate in lingerie seducente e iperfemminile, oppure scegliere l’intimo ‘alla Sloggi’, quei mutandoni in cotone a vita alta e bianchi, per intenderci, tanto cari alle nostre nonne.

Un trend che, come racconta il sito Vogue oltre a fare capolino in passerella, è tornato a imporsi prepotentemente nella moda: del resto, nell’era di modelle dallo stile androgino come Binx Walton e Ruth Bell, l’intimo in cotone sembra essere l’ultimo must.

mutande della nonna

Ma c’è di più, perché oltre all’aspetto puramente estetico, l’intimo in cotone sarebbe un ottimo alleato per la salute della donna ed è sempre preferibile a tessuti sintetici come nylon e Lycra.

“Consiglio sempre alle mie pazienti di indossare intimo in cotone – afferma Sarah Yamaguchi, famosa ginecologa di Los Angeles – perché permette una migliore traspirazione della pelle. I tanga possono essere un problema perché tendono a strofinarsi contro la pelle causando irritazioni e infezioni”.

Tuttavia, nonostante le raccomandazioni dei ginecologi, negli Stati Uniti, le etichette ‘100% cotton’ non riescono ancora a trovare terreno fertile, con slip che arrivano al massimo al 98 per cento di cotone.

Pronta a invertire questa tendenza è Shira Wheeler, un’insegnante di inglese a Parigi che tornata negli Usa nel 2007 dopo un’esperienza nel fashion marketing ha deciso di ‘importare’ dalla Francia le mutande di cotone.

Da poco ha lanciato il brand Oddo Body, che realizza intimo al cento per cento in cotone, modelli dal taglio a vita alta, ispirati ai costumi da bagno indossati dalla madre negli anni ’70.

“L’intimo in cotone fa parte della cultura francese – continua Wheeler – E puoi trovare abbigliamento intimo bellissimo anche da Monoprix, (famosa catena francese di supermercati, ndr) mentre fai la spesa. Negli Usa mancava qualcosa che fosse semplice e sexy”. Il tessuto super morbido di Oddo Body, racconta Wheeler, viene realizzato da una piccola azienda giapponese: “solo perché si tratta di un tessuto naturale – assicura – non significa che a farne le spese debba essere la nostra sensualità”.

mutande della nonna

Per realizzare il suo progetto ci sono voluti 7 anni, ma la risposta dei clienti sembra essere più che positiva. Anche la campagna pubblicitaria, scattata dalla modella e fotografa Georgia Hilmer vede protagoniste donne reali, scelte al posto di modelle professioniste. E per chi si chiede, magari storcendo il naso, cosa ne pensi l’universo maschile di questo ritorno alla mutanda della nonna, Wheeler ha già pronta la risposta: “Ci sono molte linee di intimo in cotone capaci di catturare ancora lo sguardo maschile. O almeno, questo è quello che pensa mio marito”.

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

LA MIGLIOR CREMA ANTICELLULITE 2017 DI BARO COSMETICS