Massimo Gramellini: le donne in politica devono scatenare la loro femminilità

Massimo Gramellini: le donne in politica devono scatenare la loro femminilità

Massimo Gramellini: le donne in politica devono scatenare la loro femminilità

Sta facendo discutere il post di Massimo Gramellini, scrittore e editorialista del quotidiano La Stampa, riguardante le donne in politica, anzi la donna in politica. Partendo dall’analisi dell’immagine e dei comportamenti di Hillary Clinton durante tutta la campagna elettorale americana, Gramellini dichiara nei fatti che le donne per stare in politica troppo spesso si trasformano in uomini.

Insomma secondo Gramellini in politica servono più donne di cuori che donne di picche. In pratica la donna deve scatenare la sua femminilità. Siete d’accordo?

Ecco il testo apparso sul quotidiano La Stampa by Massimo Gramellini:

“Chiunque pensi che sarà il femminile a salvare il mondo si augura che la sconfitta di Hillary spinga finalmente le donne a fare politica comportandosi da femmine e non più da donne travestite da uomini.L'elezione di Hillary Clinton rappresenterà una svolta per i diritti delle donne e le pari opportunità?

Non è facile, lo sappiamo. Si chiami Merkel o Lagarde, ma anche Boschi o Raggi, per arrivare al potere una donna deve aderire a un modello maschile che la ingabbia. Deve apparire secchiona, quindi antipatica. Rassicurante e controllata, quindi prevedibile. Nel caso della Clinton, il quadro clinico era aggravato dalla sua appartenenza a una dinastia che l’americano bianco impoverito ha identificato, giustamente, con il frigido Establishment.

Ma mentre Trump sventolava il suo machismo da operetta come una bandiera, Hillary è sembrata vergognarsi del suo essere femmina. Optando per una sfida «uomo contro uomo», ha rivaleggiato in aggressività senza però poterlo fare in cialtronaggine, l’unico settore in cui noi maschi siamo obiettivamente più dotati.

Quando si tratta di promettere a vanvera e di liquidare problemi complessi con risposte superficiali, noi riusciamo ad abbindolare tutti, comprese le donne, alle quali l’innato pragmatismo impedisce di spiccare il volo verso l’iperuranio dei fanfaroni, ma non di subirne il fascino.

Per infrangere il «soffitto di cristallo» della politica, le signore farebbero bene a estrarre da se stesse l’unica risorsa che le renderebbe davvero invincibili presso l’elettorato di entrambi i sessi: un approccio accogliente. Meno donne di picche e più di cuori

CHE NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO QUI SOTTO :)

Articolo scritto da Redazione PinkItalia