Valerio Scanu “Christmas Songs”: la magia del Natale in un fantastico viaggio nel mondo Disney

La parola relax nel vocabolario di Valerio Scanu non esiste. Ha finito da pochi giorni la sua prima esperienza da conduttore al timone di Kudos, tutto passa per il web ed è già pronto per Christmas Songs, il suo tradizionale concerto di Natale che si terrà il 16 dicembre all’Audiorium Parco della Musica di Roma. Ma Valerio non si ferma qui, perché sta per uscire in tutte le librerie Giuro di dire la verità – Dalla A alla zia Mary, il suo nuovo album e un “misterioso” progetto internazionale. A proposito, lo vedremo anche in gara al Festival di Sanremo?

Valerio Scanu “Christmas Songs”
Valerio Scanu
  • È finito un paio di giorni fa “Kudos, tutto passa per il web”. Ti devi ancora riprendere, o riesci a farmi un bilancio sulla tua prima esperienza da conduttore?

È andata bene. Si trattavano argomenti che almeno per il 50% non avevo mai affrontato in passato. C’era sicuramente spessore, un aspetto che a volte manca in tv e non lo sto dicendo perché c’ero io, ma perché era proprio l’impostazione del programma: radical chic ma non snob. Il programma si chiama  Kudos, tutto passa per il web proprio perché le cose più intelligenti e più sensate e anche le più interessanti che venivano riportate sul web, noi cercavamo di snocciolarle al meglio

  • Sei un esempio per tanti giovani perché a un certo punto della tua carriera scelto di allontanarti dalle major per camminare da solo. È stata una scelta molto coraggiosa. Cosa ti ha spinto a farlo?

Il voler essere indipendente, il fatto che comunque la major non mi era più utile, nel senso che non mi piaceva il modo in cui lavoravano, ovviamente mi riferisco alla mia etichetta, poi non è che sono tutte uguali. Ho deciso di creare qualcosa di mio, per non addossare le colpe a nessuno, magari per colpa di qualche mio errore e allo stesso tempo per gioire di più quando ci sono delle soddisfazioni

  • Di cosa parli nel libro in uscita i primi mesi del nuovo anno?

Parla di me. Ci sono aneddoti della mia vita che non sono mai stati raccontati. Più che un libro lo definirei un glossario: Giuro di dire la verità – Dalla A alla zia Mary. Si vanno a sviscerare tanti argomenti come ad esempio la famiglia e gli affetti…

  • Rita, una tua fan, vorrebbe sapere se hai in previsione di girare l’Italia per presentare il libro e fare i firmacopie…

Sicuramente sì, ma ancora non c’è una data definitiva…

  • Il 2018 sarà un anno pieno di impegni per te perché oltre al libro uscirà anche il tuo nuovo album. Mi puoi dare qualche anticipazione?

Ci sto lavorando da qualche tempo, ho lavorato con il maestro Peppe Vessicchio, ora sto lavorando con Chicco Palmosi però non dico nient’altro perche è ancora tutto “in fase di…”

  • Tantissimi dei tuoi fan si interrogano a proposito di un progetto internazionale che hai annunciato. Di che cosa si tratta e dove lo vorresti sviluppare?

È sempre legato all’album… Diciamo che l’album ha un’orchestrazione importante. Non posso dirti di più perché di concreto e reale di quello che succederà è ancora tutto in forse

  • Il tuo tour si concluderà il 16 dicembre nella prestigiosa cornice dell’Auditorium Parco della Musica di Roma con “Christmas Songs”, il tuo tradizionale concerto di natalizio giunto alla quinta edizione. Sarà una serata dedicata ai temi musicali del mondo Disney. In che modo sorprenderai il pubblico?

Ci saranno diversi ospiti: Marina Fiordaliso, Giulia Luzzi, Simonetta Spiri, spero di non aver dimenticato nessuno (ride). C’è un coro gospel, ci sono scenografie, coreografie. Le fiabe Disney intrecciate alla magia del Natale e intrecciate anche fra di loro

  • Ernesto, sempre dal web ti chiede: “Ti piacerebbe scrivere un musical,e portarlo in scena?”

È una cosa molto impegnativa. Mi piacerebbe essere all’altezza e magari un giorno avere l’ispirazione giusta

  • Stella invece ti fa questa domanda: “Ti piacerebbe cimentarti anche come attore? Se sì, preferiresti recitare in una fiction, un film, oppure a teatro?”

Mai porre limiti alla Provvidenza e a quello che verrà. Per il momento non c’è niente di tutto ciò in ballo. Poi magari un domani potrei sempre sperimentare…

  • Poi c’è Simona che vorrebbe sapere: “La conduzione di #Kudos, il tour live, un nuovo libro, il doppiaggio, e la produzione del nuovo disco di inediti insomma non ti fermi mai: cosa manca ancora nei tuoi sogni nel cassetto?”

Quando ho un sogno nel cassetto cerco di realizzarlo. Sicuramente il doppiaggio è uno di quelli: imparare e crescere in quel settore. Anche se è molto difficile il parlato. Il cantato, insomma, è già bello che avviato… (ride)

  • Infine, Mamma Sandrina, ti manda questo bel messaggio: “È da Bravo Bravissimo che la voce di quel ragazzino mi ha stregato e mi segue nelle mie giornate. Il 16 dicembre sarò al mio primo concerto e non chiedo di più. Valerio è un grande in tutto: Sincero, buono e con un grande talento. Siamo dei fan fortunati”. Tu quanto sei fortunato ad avere loro?

I fan sono quelli che ti portano avanti e ti fanno crescere. Sicuramente sono fortunato perché ho una grande fetta di fan che mi segue dagli esordi. Poi ovviamente qualcuno si perde, qualcuno rientra, però le soddisfazioni al momento sono state tante

  • Tu non vivi solo, ma condividi la casa con dei piccoli personaggi speciali… me ne vuoi parlare?

Vivo con i miei cani da sempre…

  • Sono gelosi di te?

Abbastanza…

  • Mancano pochi mesi all’inizio di Sanremo. Ti rivedremo?

Per il momento non credo, però mai porre limiti alla Provvidenza…

 Cose da web, miti sociali e altre storie…

 

 

valerio-scanu

Articolo scritto da Roberto Federico Manzoni

LA MIGLIOR CREMA ANTICELLULITE 2017 DI BARO COSMETICS